Ven02232024

Last updateVen, 23 Feb 2024 6am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 

 

Back Sei qui: Home Politica Risposta a interpellanza del 05 Febbraio 2023 - Capitale Italiana della Cultura 2027

Politica

Risposta a interpellanza del 05 Febbraio 2023 - Capitale Italiana della Cultura 2027

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Qualche giorno fa il consigliere comunale Verna, attraverso un’interpellanza, chiedeva di conoscere cosa è stato realizzato fino alla data odierna, in ordine alla candidatura di Gravina a Capitale Italiana della Cultura per l’anno 2027.

Per ora la risposta gli è stata data dal collega Lovero, una sua nota indirizzata al proponente l’interrogazione e, per conoscenza, al presidente del consiglio comunale, al sindaco e all’assessora Festa recita:

“La fretta fa i figli ciechi” dice un vecchio adagio e francamente spero sia stata la fretta ad indurre in errore il Consigliere Comunale Saverio Verna che nella sua ennesima interpellanza ha riportato una serie di inesattezze.

Prima fra tutte: Gravina non è andata alla Bit a distribuire bottiglie di olio ma a presentare un progetto chiaro di cui più volte abbiamo parlato, non fosse altro che lo “spazio” dedicato all’enogastronomia era ben distante dallo “spazio” dedicato alla comunicazione e alla presentazione di progetti istituzionali.

Al Consigliere basterà porre qualche domanda all’Assessore Giusy Festa per togliersi ogni dubbio.

Per quanto mi riguarda, in qualità di Consigliere delegato, voglio precisare che alla Bit siamo andati a presentare ufficialmente la candidatura di Gravina e Altamura a “Capitale Italiana della Cultura 2027” accompagnati dalla delegazione altamurana guidata dal Sindaco Vitantonio Petronella e alla quale hanno preso parte il Vicepresidente della Regione Puglia Raffaele Piemontese, l'Assessore Regionale al Turismo Gianfranco Lopane, la Consigliera Regionale Delegata alle Politiche Culturali Grazia Di Bari e il Direttore del Dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia Aldo Patruno.

Non proprio quattro improvvisati come il consigliere Verna vorrebbe far intendere.

Ricordo al Consigliere che questa Amministrazione ha avviato le procedure per l'individuazione del profilo di chi ci guiderà in questa avventura, e che di sicuro la scelta ricadrà su uno tra i migliori esperti italiani sui temi della cultura e del turismo.

Concludo ricordando al Consigliere Verna che il progetto “Gravina e Altamura Capitale Italiana della Cultura 2027” non è una idea nata dalla vanità di qualche amministratore gravinese ma è un progetto concreto in linea con tutto il lavoro che si sta facendo per sviluppare e incentivare il turismo gravinese a cominciare dal recupero dell’antico rione Piaggio, il restauro e il recupero delle chiese rupestri sino ad arrivare al progetto di Botroverso che ha ottenuto un impegno concreto da parte del Ministero della Cultura.

Ricordo, inoltre, che abbiamo già celebrato la prima conferenza di servizio per la creazione del "Parco Regionale Naturalistico della Gravina di Gravina".

Peccato che il Consigliere, probabilmente impegnato a scrivere le sue numerose interrogazioni si sia distratto!

Concludo auspicando che davvero sia stata la fretta ad indurre in errore il Consigliere Verna perché è francamente deprimente pensare che invece di contribuire alla crescita culturale e turistica di Gravina, si preferisca fare il tifo per Alberobello, una città meravigliosa che tuttavia ha le stese possibilità di Gravina e di Altamura di acciuffare il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2027.

Noi ci stiamo mettendo impegno, lavoro e passione.

Il Consigliere Verna oltre alle polemiche cosa ha intenzione di offrire a questo progetto?

Cordialità.

 

Gravina in Puglia, 09 Febbraio 2023

 

Il consigliere comunale delegato

Ignazio Lovero

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database