Ven02232024

Last updateVen, 23 Feb 2024 6am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 

 

Back Sei qui: Home Cultura ed Eventi In Maria siamo benedetti!

Cultura ed Eventi

In Maria siamo benedetti!

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 1, 26-38)

In quel tempo, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all'angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell'Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch'essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio».
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l'angelo si allontanò da lei.

 

Commento:

Fu "il Papa dell'Immacolata", Pio IX, che l'8 Dicembre del 1854 (con la bolla "Ineffabilis Deus"), proclamò solennemente il Dogma dell'Immacolata Concezione di Maria, la "Donna vestita di sole", senza peccato originale, Immacolata. Nel 1858, quattro anni più tardi, la stessa Immacolata firmò il Dogma, che già era stato definito, a Lourdes: «Io sono l'Immacolata Concezione». Maria è la «Tutta bella tu sei, amica mia, in te nessuna macchia» (Ct.4,7). Con Maria la nostra storia viene “ricentrata” sul cardine, che è Dio. Passiamo dal «Sii tu  maledetto…» (Gn.3,14), a Maria, la Benedetta tra tutte le donne! Dopo Maria, il nome dell’uomo sarà non più “maledetto”, ma sarà un “eccomi!”. In un tempo, come il nostro, in cui sembra che le uniche “macchie” siano quelle sui nostri vestiti e sulle nostre tovaglie, può essere difficile parlare di macchia, di peccato… Fin troppi cristiani son soliti parlare di peccato; ma pochi sanno cogliere, anche nelle confessioni frequenti, il peccato alla sua radice, come scelta negativa di fondo, orientamento ed opzione fondamentale devianti della propria vita, come rifiuto all’Amore. . Veneriamo Maria; amiamola, imitiamola, invochiamola, come stella del mattino che dissipi le tenebre della notte oscura. Concludo con una stupenda preghiera: «Chiunque tu sia, in questo mare che è il mondo, tu che piuttosto che calcare la terra ferma ti senti sballottato quaggiù, nel mezzo di uragani e tempeste, non distogliere mai i tuoi occhi dalla luce di quest'astro, se non vuoi vederti subito sommerso dai flutti della marea. Se il vento delle tentazioni ti assale, se gli scogli della sventura ti si parano davanti, guarda la Stella, rivolgiti a Maria. Se la collera, l'avarizia, la seduzione della carne sballottano la fragile barca della tua anima, rivolgi il tuo sguardo a Maria... Nei pericoli, nell'angoscia, nell'incertezza, invoca Maria. Che il suo nome mai abbandoni le tue labbra ed il tuo cuore. E per ottenere il sostegno della sua preghiera, non cessare di imitare l'esempio della sua vita. Seguendola, non ti smarrirai; pregandola, non conoscerai la disperazione, pensando a Lei, non ti sbaglierai. Se Ella ti sostiene, non affonderai; se Ella ti protegge, non avrai timore di nulla; sotto la sua guida non temere la fatica; con la sua protezione raggiungerai il porto» (S. Bernardo di Chiaravalle). Buona Solennità dell'Immacolata! Don Sante

 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database