Ven06212024

Last updateGio, 20 Giu 2024 9am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 

 

Back Sei qui: Home Cronaca Mensa scolastica, stop per i morosi

Cronaca

Mensa scolastica, stop per i morosi

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Per un principio di rispetto delle regole e di ripartizione dei costi del Servizio di Ristorazione e Mensa Scolasticatra Comune di Gravina in Puglia e Famiglie, con la Delibera n. 194/2023, la Giunta Comunale ha stabilito la sospensione del servizio per gli alunni, le cui famiglie, risultino inadempienti con il pagamento della retta.

In particolare, “la sospensione” riguarda coloro che prima dell’avvio del servizio per l’anno scolastico 2023-2024, non abbiano regolarizzato la propria posizione debitoria maturata nel periodo che va dal 1 ottobre 2019 sino alla fine dello scorso anno scolastico” (maggio 2023).

Con lo stesso provvedimento la Giunta Municipale ha stabilito, a partire dall’anno scolastico 2023-2024, “la sospensione del  servizio nei confronti di coloro che, nell’anno scolastico in corso, siano debitori nei confronti del Comune di Gravina in Puglia della somma di € 10,00”, ossia il costo relativo a cinque pasti.

La sospensione verrà meno ricaricando la somma attraverso i metodi di pagamento previsti nella Carta dei Servizi Ristorazione Scolastica.

Effettuando la ricarica sulla piattaforma digitale “Spazio Scuola”, ditta appaltatrice, Comune e famiglia potranno vedere in tempo reale l’avvenuta operazione.

Dopo le verifiche effettuate dall’Ufficio Avvocatura che ha riscontrato una considerevole situazione debitoria che necessita di essere regolarizzata, la Giunta Comunale ha dato mandato al Dirigente dell’Area Amministrativa di adottare tutti gli atti propedeutici al recupero delle somme, con ulteriore aggravio di somme per le famiglie inadempienti.

Nei giorni scorsi è stata inviata comunicazione ai dirigenti scolatici affinché anche le scuole potessero informare le famiglie.

Tale provvedimento non riguarda le famiglie indigenti che sono già esonerate dal pagamento del servizio mensa.

Dichiarazione dell’Assessore con delega alla Pubblica Istruzione Avv. Felicetta Cilifrese

Quella presa dalla Giunta è una decisione difficile ma necessaria, assunta dopo lunga e puntuale riflessione, ma è una decisione dovuta per ristabilire le regole e gli obblighi nei confronti del servizio mensa che, lo ricordo, è un servizio a domanda individuale ovvero richiesto dalle famiglie stesse.

Tengo a sottolineare che questo provvedimento non interessa le famiglie che si trovano in stato di indigenti, in quanto le stesse sono già esonerate dal pagamento del servizio mensa.

Al fine di scongiurare sgradevole situazione, invito vivamente tutte le famiglie che usufruiscono di questo servizio a verificare la loro posizione e, nel caso, a regolarizzarla il prima possibile, per evitare spiacevoli episodi che rischierebbero di mortificare in primis i bambini.

In queste ore incontrerò i Dirigenti Scolastici per discutere  la questione anche con loro.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database