Ven02232024

Last updateVen, 23 Feb 2024 6am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 

 

Back Sei qui: Home Politica ELEZIONI, VINCE L’ASTENSIONISMO

Politica

ELEZIONI, VINCE L’ASTENSIONISMO

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Continua ad allontanarsi l’interesse degli italiani dalla politica, ieri l'affluenza definitiva si è attestata al 63,91%, circa il 9% in meno rispetto alle politiche del 2018.

In questo scenario il Centro destra con Fratelli d’Italia risulta il primo partito sia alla Camera che al Senato.

Nella coalizione la Lega però perde terreno e va sotto il 9% ma anche il Centrosinistra recita la parte del grande sconfitto. Enrico Letta e Matteo Salvini non commentano i risultati elettorali e rinviano il confronto al "giorno dopo". Il M5s fa bene e supera il 15%, mentre il Terzo Polo di Azione e Italia Viva "rosicchia" oltre il 7%.

Il timing per la formazione del nuovo Governo ha sicuramente una data certa: quella del 13 ottobre, il giorno in cui si riuniranno per la prima volta le nuove Camere, tagliate dal Rosatellum: 400 deputati e 206 senatori, compresi i sei a vita. L'articolo 61 della Costituzione prevede infatti che i due rami del Parlamento vengano convocati "non oltre il ventesimo giorno" dal voto.

Una volta eletti i vertici del Parlamento, prenderanno il via le consultazioni del Capo dello Stato che chiamerà al Quirinale i capigruppo, i leader delle coalizioni, gli ex presidenti delle Camere e i presidenti emeriti della Repubblica per capire gli orientamenti prima di affidare l'incarico a formare il nuovo esecutivo.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database