Dom08142022

Last updateDom, 14 Ago 2022 5am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 

 

Back Sei qui: Home Cultura ed Eventi …E LI INVIO’ A DUE A DUE

Cultura ed Eventi

…E LI INVIO’ A DUE A DUE

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Dal Vangelo secondo Luca (Lc10, 1-12. 17-20)

In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.
Diceva loro: "La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada.
In qualunque casa entriate, prima dite: "Pace a questa casa!". Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all'altra.
Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: "È vicino a voi il regno di Dio". Ma quando entrerete in una città e non vi accoglieranno, uscite sulle sue piazze e dite: "Anche la polvere della vostra città, che si è attaccata ai nostri piedi, noi la scuotiamo contro di voi; sappiate però che il regno di Dio è vicino". Io vi dico che, in quel giorno, Sòdoma sarà trattata meno duramente di quella città".
I settantadue tornarono pieni di gioia, dicendo: "Signore, anche i demòni si sottomettono a noi nel tuo nome". Egli disse loro: "Vedevo Satana cadere dal cielo come una folgore. Ecco, io vi ho dato il potere di camminare sopra serpenti e scorpioni e sopra tutta la potenza del nemico: nulla potrà danneggiarvi. Non rallegratevi però perché i demòni si sottomettono a voi; rallegratevi piuttosto perché i vostri nomi sono scritti nei cieli".

Commento:

È tempo di annunciare, e il Maestro sceglie settantadue discepoli, mandandoli a due a due, come amici, poveri di tutto, senza il peso di borsa, sacca, vestiti, senza niente, ma con fede, con il Cielo nel cuore e una fraterna comunione; deboli per il mondo, ma ricchi e coraggiosi per la Parola da donare, come agnelli indifesi, fra tanti pericoli e lupi: Fiducia  piena in Colui che manda, sobrietà  e senza ansia nel ricercare mezzi, equipaggiamenti, perché il missionario è snello, leggero, libero di dipendere dal Signore. Non "parole", ma forti della "Parola", non "chiacchieroni" o turisti girovaghi. Il messaggio è conciso e sobrio: la Parola di Dio è con voi, in voi! E la forza risiede non in strumenti umani, ma nella Preghiera: "Pregate il Padrone della messe!". Anche se il Mondo sembra essersi "allontanato", Dio si è fatto a lui vicino, prossimo, annunciando che sia gioia in noi e attorno a noi, perchè i nostri nomi sono custoditi nel Suo Cuore! Don Sante

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database