Dom12052021

Last updateSab, 04 Dic 2021 12pm

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 



 

 

 

 

Back Sei qui: Home Politica DEPOSITO SCORIE NUCLEARI: IN ATTESA DEL SEMINARIO NAZIONALE

Politica

DEPOSITO SCORIE NUCLEARI: IN ATTESA DEL SEMINARIO NAZIONALE

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Click to open

Si è tenuto ieri un incontro al Comune in preparazione del Seminario Nazionale che affronterà la questione dell’individuazione del sito quale deposito unico delle scorie nucleari.

Presenti l’assessore Dibattista, il dott. Fiore - esperto nominato dal Comune per sostenere le ragioni circa la non idoneità del sito individuato in agro di Gravina (area Zingariello), alcuni componenti del Comitato di consultazione popolare e un rappresentante della CIA.

Sono stati analizzati dal geologo alcuni aspetti tecnici che possono rappresentare dei punti di forza rispetto alle linee guida dell’ISPRA riguardanti i possibili siti idonei (guida tecnica 29) e soffermandosi su alcuni criteri di esclusione:

1^ criterio - rischio geomorfologico o idraulico e le fasce fluviali: per quanto ci riguarda l'area BA5 sono presenti sul versante nord-est una serie di frane che stanno interessando il pianoro di Zingariello e che con il tempo potrebbero "erodere" la piana individuata da Sogin;

2^ criterio - la viabilità di accesso al sito che nel nostro caso vede la presenza di alcune strade che conducono al sito BA5 in forte dissesto;

3^ criterio - presenza di falda idrica affiorante pericolosa perché può interferire con le strutture di fondazione del deposito.

A seguito di una passeggiata sul posto si è constatato la presenza di alcuni pozzi e sorgenti indicativi di una falda superficiale.

Il Comitato di consultazione ha evidenziato alcuni aspetti relativi ai criteri di approfondimento, come la questione della zona archeologica che secondo alcune segnalazioni, come quella del Prof. Small, sono venuti alla luce cocci di vasellame che confermerebbero quanto sostenuto.

Ad una prima analisi fatta seguirà una seconda fase in cui ci sarà la necessità di interfacciarsi nuovamente per suddivirsi gli argomenti da trattare durante il Seminario Nazionale in modo da essere completi nella trattazione degli argomenti: dalla geologia all’archeologia, alla qualità agricola dell’area e giungere ad una sintesi precisa in modo da avere un quadro di quanto sarà trattato.

L'intento è quello di presentare un quadro completo atteso che a relazionare saranno il dott. Fiore per il Comune, il dott. Lapolla per il Comitato di Consultazione Popolare tramite la CGIL provinciale e la Coldiretti provinciale, con interventi di circa dieci minuti cadauno.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database