Ven08062021

Last updateGio, 05 Ago 2021 2pm

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 



 

 

 

 

Back Sei qui: Home Cronaca IN PUGLIA NUOVE MISURE PER CONTENERE I NUOVI CASI DERIVANTI DALLE VARIANTI

Cronaca

IN PUGLIA NUOVE MISURE PER CONTENERE I NUOVI CASI DERIVANTI DALLE VARIANTI

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Sono stati 389 ieri i positivi al test del coronavirus in Italia nelle su 75.861 tamponi molecolari e antigenici eseguiti, il tasso di positività è dello 0,5%. Sono state invece 28 le vittime in un giorno, salgono così a 127.500 in totale. I pazienti ricoverati in terapia intensiva hanno registrato un calo di 5 unità rispetto ad avantieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono stati 5 (avantieri erano stati 10). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono invece diminuiti di 20 unità rispetto ad avantieri. In aumento il numero dei guariti: si sono registrati 2.839 guarigioni contro le 1.336 del giorno prima, così il totale da inizio pandemia sale a 4.076.274. Calo netto degli attuali positivi con -2.480 persone positive contro le -570 del giorno prima: a ieri sono 54.682 gli italiani alle prese con il virus di cui 52.670 in isolamento domiciliare.

In Puglia ieri su 4.256 test per l’infezione da Covid-19 sono stati registrati 9 casi positivi (tasso di positività dello 0.2% contro lo 0,8% di avantieri). Ancora un giorno in cui non sono stati registrati decessi, resta di 6.640 il totale. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.660.485 test. 243.135 sono i pazienti guariti. 3.472 sono i casi attualmente positivi. In Puglia sono, al momento, 51 i casi accertati di contagi Covid provocati dalla variante Delta o indiana, tre i focolai individuati a Brindisi, l’area pugliese più colpita, e già circoscritti. E’ in corso una survey da parte dei laboratori Covid del Policlinico di Bari e dell’Istituto Zooprofilattico di Puglia e Basilicata per misurare la prevalenza della variante indiana. Intanto, per limitare la diffusione del virus mutato. Trasmesse nuove misure, nei giorni scorsi, alle Asl e ai dipartimenti di Prevenzione per attuare per il contenimento e gestione dei nuovi casi. Ad esempio, per interrompere le catene di contagio, si legge, occorre identificare precocemente i nuovi casi tra i contatti stretti mediante test molecolare da effettuare a 72 ore dall’ultimo contatto con il caso indice, procedendo secondo un modello a cerchi concentrici. Inoltre, le Asl devono inviare ai due laboratori Covid 60 tamponi a settimana, scelti a caso, per effettuare il sequenziamento; e devono essere analizzati anche tutti i tamponi risultati positivi di persone ricoverate o di quelle completamente vaccinate. Infine, chi è venuto a contatto con una persona risultata positiva ad una variante, se non è stata contagiata dovrà essere invitata a vaccinarsi, qualora non lo avesse già fatto.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database