Mar12012020

Last updateDom, 29 Nov 2020 11am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 



 

 

 

 

Back Sei qui: Home Cronaca BOTROMAGNO, VORREMMO SPERARE MA…

Cronaca

BOTROMAGNO, VORREMMO SPERARE MA…

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Click to open

Fa indubbiamente piacere poter comunicare che gli scavi in atto a Botromagno regalano frammenti di storia che confermano quanto la nostra terra sia ricca ed abbia un tesoro sotterraneo da custodire e valorizzare.

Siamo in una fase in cui tutto diventa bello ad iniziare dall’azione di scavi promossa e finanziata dalla Soprintendenza di Bari ed eseguita da Officina Artigiana Ausonia srl, hanno avuto il merito di sottrarre da "mani clandestine" tesori di grande valore scientifico ma anche riaccendere una piccola speranza per il Parco Archeologico in questo delicato momento storico.

Non vogliamo sembrare pessimisti ma la storia di questa città non ci dà segnali positivi per quello che dovrebbe seguire al ritrovamento di oggetti rinvenuti all’interno della tomba, basti pensare ai tanti reperti che sono in dei cartoni perché da anni non si riesce ad aprire il museo civico e anzi stiamo per perdere la sede della soprintendenza presso San Sebastiano entro l’anno per mancanza di personale.

Non bisogna poi dimenticare lo stato di degrado a causa di abbandono e di rifiuti che ospitano la collina archeologica, la seconda per estensione a livello europeo si dice. O si decide di investire seriamente per tutelare il territorio archeologico oppure ogni volta ci prendiamo in giro.  

In realtà si presta poca attenzione verso il ricco patrimonio che Gravina ha, basti guardare alla chiusura di via Giudice Montea, da tempo si reclama la riapertura ma nessun amministratore si esprime. Da mesi, oltretutto, è stata montata una gru utile ad eseguire dei lavori ma questa è da tempo e inspiegabilmente ferma e il nostro Sindaco non si degna di dare spiegazioni nonostante la tante richieste provenienti anche dai cittadini, come l’ing. Silvestri.

In virtù di quanto sopra abbiamo la sensazione che la collina ritornerà nell’abbandono  dopo che i lavori finanziati saranno terminati.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database