Sab09192020

Last updateVen, 18 Set 2020 3pm

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

   



 

 

 

 

Back Sei qui: Home Cultura ed Eventi Rientro a scuola: cosa si prevede per l’inclusione se l’andamento epidemiologico imporrà ancora la didattica a distanza?

Cultura ed Eventi

Rientro a scuola: cosa si prevede per l’inclusione se l’andamento epidemiologico imporrà ancora la didattica a distanza?

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

 

Fra una settimana per la stragrande maggioranza delle scuole pugliesi avranno inizio le lezioni, molti i problemi da risolvere come ogni inizio, quest’anno le situazioni da affrontare devono scontare anche le difficoltà dovute al Covid-19.

 

L’inclusione degli alunni con disabilità è un ulteriore aspetto da considerare e abbiamo voluto approfondire la normativa che ne disciplina la piena partecipazione.

 

Il documento redatto presso il MIUR si sofferma anche sulle disposizioni previste nel caso l’andamento epidemiologico dovesse imporre ancora attività didattiche a distanza. Al fine di trovarsi pronti anche di fronte a questa evenienza, ogni istituzione scolastica integra il PTOF con il Piano scolastico per la Didattica digitale integrata, che tiene conto delle potenzialità digitali della comunità scolastica emerse nel corso della sospensione delle attività in presenza nel 2020. Ogni scuola deve individuare le modalità per riprogettare l’attività didattica, con particolare riguardo allenecessità specifiche degli alunni con disabilità, con Disturbi Specifici dell’Apprendimento e con altri Bisogni Educativi Speciali. Si dovranno necessariamente e preliminarmente individuare le modalità e le strategie operative per garantire a tutti gli studenti le stesse possibilità, in termini di accesso agli strumenti necessari per una piena partecipazione. L’Amministrazione centrale proseguirà il suo impegno per garantire, attraverso la prosecuzione di appositi accordi con la RAI l’erogazione, organizzata per fasce di età, di contenuti didattici specifici. Attiverà inoltre la prosecuzione degli specifici protocolli con gli ordini degli psicologi per la gestione degli effetti emotivi del lockdown ed apposite convenzioni con gli enti gestori della telefonia mobile per assicurare tariffe agevolate ad alunni e al personale della scuola.
Nel caso di nuova sospensione dell’attività didattica l’Amministrazione centrale, le Regioni, gli Enti locali e gli enti gestori delle istituzioni scolastiche opereranno per garantire la frequenza scolastica in presenza, in condizioni di reale inclusione, degli alunni con disabilità e degli alunni e studenti figli di personale sanitario o di altre categorie di lavoratori, le cui prestazioni siano ritenute indispensabili per la garanzia dei bisogni essenziali della popolazione. Ove, per specifiche condizioni individuali o di contesto, non sia possibile garantire la frequenza scolastica agli alunni con disabilità, il coinvolgimento delle figure di supporto messe a disposizione dagli Enti locali contribuirà ad assicurare inclusività agli alunni con disabilità grave, collaborando al mantenimento della relazione educativa con gli insegnanti.

 

Speriamo in bene e rivolgiamo un augurio speciale agli alunni con disabilità.

 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database