Mar09222020

Last updateLun, 21 Set 2020 6am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

   



 

 

 

 

Back Sei qui: Home Politica LA SOTTILE STRATEGIA DELL'AMMINISTRAZIONE VALENTE: PARLARE CON IL “RUMORESE”

Politica

LA SOTTILE STRATEGIA DELL'AMMINISTRAZIONE VALENTE: PARLARE CON IL “RUMORESE”

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

L’attuale amministrazione conferma ancora una volta la sua qualità principale, cioè quella di governare con il “rumorese”. Cos’è il rumorese? E’ l’abilità di parlare senza dire nulla. E’ la capacità di dire una parola dopo l’altra senza preoccuparsi che il messaggio sia coerente o abbia significato.

L’ultimo esempio in ordine di tempo è l’intervista rilasciata dall’Assessora Claudia Stimola per un’emittente privata di Altamura, con tanto di sponsorizzazione a seguito. Qui sotto il link.

https://www.youtube.com/watch?v=R4xfcamv-LY

Nell'intervista l’assessora ha elencato una serie di cose che rientrano nella gestione del suo assessorato. A noi è parso che abbia parlato solo dell’ordinario, nulla di nuovo è stato detto. Ancora una volta si è persa l’occasione per informare la cittadinanza su come stanno le cose.

E appare davvero strano che un assessore, dopo una lunga assenza in Giunta, venga solo oggi a parlare di piccole e ordinarie questioni deliberate negli ultimi mesi, tra Covid, Protezione Civile, gestione dei piani di zona e non parli del progetto delle acque reflue! Avrà avuto qualche disagio nel parlare di quel progetto?

Era l’intervista giusta per l’assessora, prima di andare in vacanza con tutta la maggioranza, di esporre le politiche da mettere in campo per risolvere l’annosa questione degli incendi boschivi presso il nostro Bosco Difesa Grande.

Non abbiamo ascoltato neanche una parola sul progetto di prevenzione incendi che si vuole attuare con il recupero delle acque reflue o di fogna (sic).
Perché vede assessore, se siamo ancora una volta a chiedere “lumi” su quell'improponibile progetto delle acque reflue, un motivo ci sarà.

Perché il “racconto” che state offrendo è privo di una visione autentica per il nostro bosco, di un’idea seria e condivisa che conduca questa amministrazione ad una sufficiente capacità gestionale del bene pubblico. Molte parole ma zero contenuti.

L’obiettivo principale è quello di preservare e salvaguardare quel patrimonio boschivo e non deturparlo!

Appare strano che, dopo l’incendio del 2017, non si è tenuto conto di un serio Piano di Antincendio Boschivo (AIB) di lungo periodo (almeno di 4 anni come ha fatto il Parco dell’Alta Murgia, ad esempio); appare strano non aver sentito una parola sull'incremento delle torrette di avvistamento; non aver mai sentito parlare della necessaria acquisizione di una “deroga” per pulire il sottobosco e tutti gli alberi incendiati ormai privi di vita; non aver mai sentito parlare del futuro delle strutture ricettive presenti in bosco e della loro corretta gestione; non aver mai sentito parlare di una collaborazione con istituti di ricerca che si occupino di monitoraggio con strumenti tecnologici (Droni, rilievi satellitari, videosorveglianza, ecc.); di non aver mai chiesto all’ARIF (e quindi alla Regione)un ulteriore rafforzamento di mezzi e uomini.

E potremmo continuare all'infinito ma noi di ARTICOLO UNO GRAVINA non ci stancheremo mai di dare consigli anche se NON ascoltati!

Quindi caro Sindaco, cari assessori, cara Stimola, cara amministrazione tutta, smettiamola di fare la politica col “rumorese”!

Cercate subito le soluzioni più confacenti per ripristinare dal punto di vista ambientale il nostro bosco! Fate la Politica seriamente e non solo con parole vacue.

Perché la città merita di meglio, non dimenticatelo mai!

                                                                                                  ARTICOLO UNO GRAVINA

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database