Mer10232019

Last updateMer, 23 Ott 2019 5am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 

   



 

 

 

 

Back Sei qui: Home Cultura ed Eventi ALCUNE OPERE DI SINISCALCHI AL “MUDIMA” DI ALTAMURA

Cultura ed Eventi

ALCUNE OPERE DI SINISCALCHI AL “MUDIMA” DI ALTAMURA

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Click to open

Il Museo Diocesano Matronei di Altamura (o MUDIMA) è un museo realizzato all'interno della Cattedrale al quale si accede attraverso l'entrata laterale.

Inaugurato nel 2016 dal Vescovo della Diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti, Mons. Giovanni Ricchiuti, il MUDIMA consta di varie sezioni che raccontano della ricchezza del patrimonio storico-artistico della città.

Ci piace sottolineare che il Museo non ha nessuna barriera, né architettonica né sensoriale; è possibile infatti poterlo visitare anche attraverso il supporto di audio guide e didascalie in Braille.

Dal 27 settembre scorso il Museo ospita due opere dell’artista Siniscalchi, di origine gravinese; egli ha accolto la proposta di don Nunzio Falcicchio ed oggi le tele sono in mostra permanente nella navata centrale della Cattedrale, sotto il magnifico rosone della stessa.

Siniscalchi, un artista ormai conosciuto in tutto il mondo, continua ad approdare anche nella terra che gli ha dato i natali e che egli ama tanto; proprio nei giorni della festa di San Michele è stato a Gravina per restaurare una cappellina dedicata alla Madonna delle Grazie e ad inizio novembre ritornerà per presenziare alla cerimonia della nuova inaugurazione della stessa.

Abbiamo sentito l’artista che si è detto contento della proposta ricevuta dal presule e della collocazione data ai quadri dai responsabili del Museo perché la luce che filtra attraverso i vetri del rosone connotano una visione ancora più magica agli stessi.

Pochi giorni sono passati e il flusso di visitatori è aumentato in modo esponenziale spinti dalla curiosità di capire il Fronteversismo ideato dall’artista Siniscalchi, i visitatori oltre alla novità dei quadri dipinti sul fronte e sul verso, apprezzano anche i temi che è possibile scoprire: pace e lavoro, rappresentato attraverso il territorio Murgiano.

Un importante appuntamento ci sarà domenica 13 in occasione della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, ancora più persone potranno ammirare quanto esposto.

Commenti (2)
Mudima e Fronteversimo, un caso che può fare scuola
2Mercoledì, 09 Ottobre 2019 17:29
Gabriele Guglielmino

La collocazione delle opere “Pace e lavoro” e Primavera e pace” al Mudima è il frutto di una proficua intesa tra Giuseppe Siniscalchi, autore delle opere sopracitate e il direttore del museo Nunzio Falcicchio. La novità consiste nell'aver inserito la sede museale all'interno della cattedrale dalla quale è possibile, già dalla navata centrale, poter intravedere, anche se in lontananza, i due dipinti. È necessario salire al livello superiore, dove si trovano i matronei, sede del museo stesso, per osservare da vicino, in maniera particolareggiata, queste due opere, dense di rimandi simbolici e sintesi di una spiritualità occidentale e orientale. Per la prima volta due opere contemporanee, che rispecchiano senz'altro un profondo senso religioso, entrano a far parte di un luogo destinato al culto, quasi a voler dimostrare che l'arte contemporanea può collocarsi sulla scia della grande arte del passato senza ricercare necessariamente la provocazione fine a se stessa. I titoli, citati all’inizio, sono esplicativi di questa costante ricerca spirituale, immediatamente riconoscibile alla vista dei due dipinti. Verrebbe quasi da chiedersi se iniziative pregiate come questa non siano il possibile inizio di un Neo-Rinascimento italiano. Del resto, quando la buona collaborazione tra persone di cultura e buon senso produce tali frutti, non si può che essere fiduciosi. Mi piace concludere con un frase estratta, scusate l’autocitazione, da una mia recensione di prossima pubblicazione sul sito del fondatore del Fronteversimo in cui risiede, secondo me, il senso ultimo di queste due opere ma, in generale, di tutta la produzione artistica di Giuseppe Siniscalchi. Quasi una sorta di consiglio per chi andrà al Mudima a vederle. Davanti ai due dipinti “ bisogna sapere aspettare che scenda dentro di noi la pace prima che svelino il loro segreto”.

Un grande onore e piacere
1Martedì, 08 Ottobre 2019 08:10
Giuseppe Siniscalchi

Visitai il Mudima in Agosto e rimasi affascinato non solo dalla bellezza del luogo ma pure dalla cura e alta professionalità del gentile team Museale . Mi sono permesso di scriver in settembre una semplice proposta al direttore Don Nunzio Falcicchio che in tempi da record non solo l’ ha accolta ma pure ampliata e realizzata con collocazione ottimale in permanente ed in perfetta armonia con luogo incantevole denso di storia arte cultura bellezza da oltre 1200 anni . Sono ora in frequente contatto con il competente team Museale Mudima e con lo stesso acuto e straordinario Direttore che mi ha accolto a braccia aperte con grande professionalità garbo e rispetto che ho ricambiato e ricambio volentieri . Felice di poter dare un mio piccolo umile contributo a beneficio della collettività . In preparazione cartoline schede tecniche e nuove brocures multilingue che dal prossimo 2 novembre 2019 troverete già lì al Mudima che invito tutti a visitare . Grazie per l’ articolo ben fatto ed equilibrato . Cordialità . Giuseppe Siniscalchi

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database