Mer10232019

Last updateMer, 23 Ott 2019 5am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 

   



 

 

 

 

Back Sei qui: Home Politica IL BOSCO: CROCE O DELIZIA?

Politica

IL BOSCO: CROCE O DELIZIA?

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Il bando con cui si vuol affidare la progettazione per il riutilizzo delle acque reflue per lo spegnimento anche di eventuali incendi al bosco aveva indotto il Comitato cittadino “Sei anche Tu la Difesa Grande del bosco indifeso” a chiedere un incontro congiunto con i componenti della II e IV Commissione Consiliare al fine di poter fare il punto della situazione sullo stato in cui verte oggi il nostro patrimonio verde.

L’incontro tenutosi questa mattina presso il Comune ha avuto la presenza non solo di alcuni componenti del Comitato e delle due Commissioni Consiliari ma anche quella dell’assessore, con la delega al bosco, Felice Lafabiana.

E’ stato Vincenzo Florio, presidente del Comitato, ad intervenire per chiarire che nessuno vuole che si perda il finanziamento dei circa 5.200.000 euro che la Regione ha messo a disposizione ma ha chiesto, in primis, l’urgenza di prevedere una conferenza cittadina prima della scadenza del bando prevista per il 14 p.v., al fine di illustrare alla comunità il progetto.

Molti sono gli aspetti non chiari che il progetto contiene e sollevati da chi lo ha studiato: l’impatto ambientale, gli alti costi di funzionamento e di manutenzione che sarebbero a totale carico del bilancio comunale; per questo Florio chiedeva anche cosa il bosco avrebbe ricevuto in cambio atteso che a distanza di due anni dall’ultimo incendio non sono stati realizzati gli interventi comunque promessi dalla Regione sin da alcuni giorni dopo lo stesso evento doloso.

Con l’assessore regionale Caracciolo ci si intese, infatti, sull’esigenza di rilasciare, da parte della Regione, le deroghe utili per poter intervenire prima dei cinque anni dall’incendio, come previsto dalla norma, di dotare l’area boschiva di almeno due torrette utili per l’avvistamento del fuoco oltre a far sorvolare il territorio da alcuni droni.

Anche Giuseppe Lapolla ha evidenziato l’importanza delle deroghe che permetterebbero che il bosco potesse vivere come una volta, quando sia il taglio periodico della legna che la possibilità del pascolo evitava che il bosco subisse incendi.

Il consigliere Calderoni ha informato i presenti che l’11 p.v. sarà organizzato un incontro aperto alla comunità, esso vedrà la presenza anche dell’assessore regionale Giannini e si parlerà del progetto di cui sopra, sarà quindi occasione perché si potrà riproporre la questione “deroga”.

Inoltre il consigliere Lorusso ha fatto sapere che come Commissione hanno saputo dal Dirigente Ventola, in modo più dettagliato, i termini del bando che impegnerà il Comune a spendere 450.000 euro che potrebbero rientrare solo nel caso in cui il progetto si portasse a realizzazione, perché ciò avvenga sarà necessario procurarsi una serie di autorizzazioni delle quali non si sa se sarà possibile acquisirli.

Rimane il fatto che oltre a dover capire se la realizzazione dell’opera, costo di oltre cinquemilioni di euro, potesse essere veramente utile per lo spegnimento del fuoco, intanto è utile sapere che i costi di funzionamento e di manutenzione si aggirerebbero intorno alle 200.000 euro annui.

Molte le altre questioni poste: dal bando per l’affidamento dell’area “ex Marcuccio” alla gestione del Centro visite, dall’abbattimento degli alberi pericolanti alla pulizia dei tanti ramagli che risultano delle micce.

Di questi ultimi aspetti è stato l’assessore Lafabiana ad assicurare che si sta lavorando per dare le giuste soluzioni a quanto posto.

Una cosa è certa, la comunità non deve restare estranea alle decisioni che si andranno a prendere ma è anche necessario che tutti partecipino al dibattito ormai in atto al fine di non continuare a perdere un patrimonio verde che si estende per oltre 1.800 ettari.  

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database