Sab07202019

Last updateSab, 20 Lug 2019 6am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 

   



 

 

 

 

Back Sei qui: Home Politica Alcuni cittadini, ex candidati, chiedono…

Politica

Alcuni cittadini, ex candidati, chiedono…

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Riceviamo una nota firmata da 7 candidati alle comunali del 2017 nella Lista “Con Alesio Valente Sindaco”: Carbone Ignazio, Surico Antonio, Scarci Stefania, Loglisci Maria, Simone Betty, Tartaro Lino e Valenzano Loredana. La pubblichiamo per dovere di informazione.

Con riferimento alla nota stampa del 13/4/2019 a firma della Lista “Con Alesio Valente Sindaco”, avente ad oggetto: “A DIFESA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE”, si rendono doverose alcune precisazioni.

La Lista “Con Alesio Valente Sindaco” nasce come lista aggregatasi intorno ad un progetto politico, quello che del 2017 ha portato alla elezione a sindaco di Alesio Valente e solo successivamente si è trasformata in soggetto politico.

Come spesso accade, durante il percorso, molte di quelle donne e uomini che avevano riposto fiducia in una persona prima ancora di un progetto politico, hanno ritenuto opportuno rivedere la propria posizione ed in moltissimi casi, hanno preferito prendere le distanze da un modo di fare politica che non appartiene a chi, approcciandosi a questo mondo, lo guardava e lo guarda esclusivamente come servizio nei confronti della Città e non come sistema di potere.

Alla luce di quanto detto, avremmo gradito che gli estensori del documento a sostegno dell’Amministrazione Comunale, consapevoli e consci dei numerosi allontanamenti scaturiti da una diversa concezione di politica, lo avessero vergato con i nomi e cognomi di coloro che sono rimasti fedeli a “lui” che, nella maggior parte dei casi, sono coloro che rivestono ruoli di governo in seno alla Città, senza fare riferimento implicito alla lista (dei candidati).

Tale precisazione la si deve innanzitutto a tutela del buon nome degli scriventi che non intendono più essere accostati alla Lista “Con Alesio Valente Sindaco”, ed in secondo luogo a tutela dei cittadini che hanno diritto ad una giusta e corretta informazione.

Commenti (1)
E' DIFFICILE POTER CANCELLARE "IL PECCATO ORIGINALE"
1Sabato, 20 Aprile 2019 07:32
Pinuccio

A distanza di due anni, alcuni candidati della lista: “Con Alesio Valente Sindaco” Carbone Ignazio, Surico Antonio, Scarci Stefania, Loglisci Maria, Simone Betty, Tartaro Lino e Valenzano Loredana, con un comunicato diramato dagli organi di stampa locale, fanno alcune doverose puntualizzazioni. Riprenderle, per me, significa evidenziare le criticità insite, sin dall’inizio, in quella che fu una lista di supporto al candidato sindaco del centrosinistra, ma che fu concepita a misura e su misura solo di quelli che erano o dovevano essere i favoriti e, quindi, gli eletti. Una lista, magari, piena di gente entusiasta, ma priva di contenuti, perché al candidato sindaco interessava il supporto numerico. A Valente interessava, con la mentalità utilitaristica che ha sempre avuto, solo il vantaggio e il tornaconto elettorale che avrebbe tratto, tanto che poi mandò tutto alle ortiche. Disgregando il gruppo, favorendo la diaspora, tanto che oggi, i sottoscrittori del documento, non solo prendono le distanze da alcune dichiarazioni diffuse a mezzo stampa dai loro ex compagni di cordata, ma evidenziano la scomparsa, dallo scenario politico locale di quell’originario gruppo. Della serie, in nome di chi e di che cosa parlano i residui, i resti di una poltiglia che fa finta di difendere il sindaco, e, invece,difende la propria posizione di potere raggiunta, grazie, anche al concorso degli altri, di tutti coloro che, forse, molto poco avvedutamente, parteciparono a quell’avventura? Io non so dire altro. So soltanto che, sia pure tardivamente, i firmatari della nota, hanno cercato di fare chiarezza a modo loro. Non gli si può dare torto, ma non gli si può neanche dare ragione, perché certi “peccati originali” non si possono cancellare tanto facilmente con un colpo di spugna; perché i danni che sono scaturiti dalla loro esperienza, magari fatta in buona fede, inconsapevolmente, come essi sostengono, li sta pagando l’intera comunità per essersi ritrovato un sindaco incosciente, insensibile, incapace,ed inetto. Purtroppo, è stato facile, sarà facile dire: ho sbagliato, abbiamo sbagliato, ma non è e non sarà facile cancellare una pagina negativa della storia politica ed amministrativa di questa città. Certo, è stato meglio uscirne che continuare a reggere il moccolo, come hanno fatto tutti coloro che, ancora si illudono di poter cambiare la testa di Valente. Probabilmente, si, la testa, ma non il cervello. Quello abbisogna di un trapianto o di un travaso.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1