Lun05202019

Last updateLun, 20 Mag 2019 10am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 

   



 

 

 

 

Back Sei qui: Home Cultura ed Eventi IISS “Bachelet – Galilei” indirizzo ITT ancora sugli scudi

Cultura ed Eventi

IISS “Bachelet – Galilei” indirizzo ITT ancora sugli scudi

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Click to open

Martedì 12 marzo 2019 presso la Scuola secondaria di primo grado “Vitaliano Bilotta” del Secondo Istituto Comprensivo di Francavilla Fontana (Br) si è svolta una delle semifinali della quinta edizione della Nao Challenge, il contesto didattico nazionale dedicato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e alla robotica umanoide con l’obiettivo di migliorare le competenze e promuovere le potenzialità sociali della robotica di servizio.

La Nao Challenge è stata organizzata dalla Scuola di Robotica, in collaborazione con SoftBank Robotics e Maker Faire Rome, ed è stata realizzata per la prima volta in Francia nel 2014 e in Italia nel 2015, fino a diventare la manifestazione dedicata alla robotica umanoide per scuole superiori più grande al mondo.

L’obiettivo principale di questa competizione è stato quello di migliorare le competenze e la consapevolezza degli studenti nell’uso della robotica umanoide al servizio delle persone, grazie allo sviluppo di progetti tecnologici e innovativi.

Dal 2018 il concorso rientra tra le attività didattiche inserite nel programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze promosso dal MIUR.

Alla competizione NAO CHALLENGE 2019 semifinale nazionale zona SUD-EST Italia, hanno partecipato i seguenti ISTITUTI:

  • ITT “Dell’Erba” di Castellana Grotte (BA) - (TEAM Just NAO)
  • ITT “Dell’Erba” di Castellana Grotte (BA) - (This.Umani)
  • Liceo Scientifico e Linguistico “A. Vallone” di Galatina (LE) - (TEAM VALL-E’)
  • IISS “Bachelet – Galilei” indirizzo ITT Meccanica e Meccatronica di Gravina in Puglia (BA) - (TEAM PHOENIX 2.0)
  • IIS “G.B. Pentasuglia” Matera (MT) - (TEAM MATERA 2019 -A)
  • IIS “G.B. Pentasuglia” Matera (MT) - (TEAM MATERA 2019 -B)
  • IIS “G.B. Pentasuglia” Matera (MT) - (TEAM MATERA 2019 -C)
  • Liceo “Pepe Calamo” Ostuni (BR) - (TEAM SERENDIPITY)

Le altre semifinali nazionali si sono svolte a: Ancona, Bolzano, Firenze, Genova, Messina, Milano e Pozzuoli (NA).

Il Team Phoenix 2.0 dell’IISS “Bachelet – Galilei” indirizzo ITT di Gravina in Puglia (BA), ancora una volta ha messo in evidenza le proprie capacità progettuali e di programmazione, conquistando il primo posto in questa competizione dei TEAM con NAO e quindi il successivo accesso allaFinale Nazionale che si svolgerà a Roma il 13 aprile 2019. Avrebbero avuto accesso alla finale soltanto la prima squadra con NAO e la prima squadra senza NAO.

Il tema della gara è stato: “L’INCLUSIONE NELLA DIDATTICA” di bambini con specifiche difficoltà di apprendimento.

Il nostro motto è stato: “Robotica e innovazione… il futuro dell’inclusione”, ed è stata proprio una innovazione tecnologia quella che alcuni ragazzi dell’ITT Meccanica e Meccatronica della classe 4^ H e 5^H, hanno ideato, progettato e realizzato, dopo un incontro avuto con alcuni bambini con particolari bisogni specifici di apprendimento e la consulenza di una psicomotricista, D.ssa Miriam Ventricelli. Gli alunni hanno progettato e programmato un dispositivo utile per aiutare e facilitare l’apprendimento di bambini con questi bisogni specifici. Notizie più dettagliate del progetto, potremo rivelarle solo dopo la finale di Roma.

Tutto questo è stato possibile grazie all’insistenza e alla caparbietà del Dirigente Scolastico Prof.ssa Antonella Sarpi, che ha sempre creduto in questo progetto e alle competenze acquisite ed ormai consolidate dagli alunni, supportate dal prezioso aiuto Tecnico dei Docenti dell’ITT di Meccatronica Prof.ssa Cassandra Petrone, Prof. Ignazio Tavani, Prof. Vito Denora e dei Docenti dell’ITT di Elettronica Prof. Pietro Paternoster e Nicola Loverre. Questi ultimi, quest’anno ci hanno aiutato nella programmazione con Arduino. Un grazie va anche al preziosissimo aiuto della Prof.ssa Valeria Colonna che ha curato tutti i dialoghi tra l’umanoide NAO e i bambini con specifici bisogni di apprendimento, ed ha anche curato tutta la presentazione delle attività progettate e programmate dai ragazzi del Team. Phoenix 2.0. Infine un grazie anche a tutti i Docenti dell’IISS Gravina, che grazie alla loro professionalità interdisciplinare, preparano ogni anno alunni sempre più motivati e competenti, alzando sempre di più il livello di apprendimento e di conoscenze, portando a termine del percorso scolastico alunni sempre più preparati. Non ci resta che sperare in ottimi risultati anche nella Finale Nazionale di Roma.

Da gennaio 2019 anche l’IISS “Bachelet-Galilei” ha a disposizione NAO.

NAO  è un robot umanoide di taglia media, autonomo e programmabile, sviluppato dalla Soft Bank Robotics, società francese di tecnologia, con quartier generale a Parigi.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1