Mer06192019

Last updateMar, 18 Giu 2019 9am

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

 

 

 

   



 

 

 

 

Back Sei qui: Home Sport Alle società sportive di provincia solo l’apporto dei tifosi

Sport

Alle società sportive di provincia solo l’apporto dei tifosi

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Domenica si scontrano due grandi squadre che si stanno facendo onore nel campionato di serie D girone H: Altamura e Gravina.

Proprio le persone di queste due città diedero vita nel 1972 alla Banca Popolare della Murgia grazie alla fusione tra la Banca Cooperativa Agraria di Gravina e la Banca Popolare Cooperativa di Altamura, altrimenti detta “la banc noist” e grazie all’attaccamento delle due comunità la banca riuscì a raggiungere risultati importanti tanto da essere accreditata nel gotha della banche popolari.

Altre successive fusioni hanno comportato l’attuale denominazione ma i dirigenti della Banca Popolare della Puglia e Basilicata pare si siano scordati di coloro che hanno fatto crescere l’istituto di credito; hanno siglato un accordo con la SSC Bari diventando il terzo sponsor sulla maglia della società barese, appena costituita e che milita anch’essa nel campionato di serie D.

Certo in quanto squadra della capitale regionale la società barese ha un maggior blasone, resta però l’offesa da parte dei dirigenti della banca verso coloro che fecero grande la banca: non furono certamente i baresi.

Alle società di provincia non regala niente nessuno, solo i sacrifici dei soci e l’apporto dei tifosi possono portare avanti quel progetto che dà dignità sportiva: la legge è sempre, purtroppo, “i grandi con i grandi, i piccoli con i piccoli”.

Se la logica è questa c’è un motivo in più perché domenica lo stadio debba essere stracolmo per dare anche un grande insegnamento verso chi non è riconoscente e dimentica la storia.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento:
yvComment v.2.01.1